Come ogni anno, ecco che si avvicina la festa per celebrare la donna più importante nella vita di tutti noi: la nostra mamma.
La mamma è colei che si prende cura di noi senza chiedere nulla in cambio, è colei che farebbe di tutto per noi sempre e comunque, è quella persona che in alcuni casi ci porta in grembo per 9 mesi, in altri invece ci accoglie a braccia aperte come se ci stesse aspettando da una vita.
La mamma è la figura cardine, la colonna portante della nostra esistenza insieme al tanto amato papà.

È proprio vero che fare il genitore è il ruolo più difficile del mondo, sembra sempre di sbagliare ed il timore di perdere la cosa più cara al mondo non ci abbandona mai.
Oggi capisco La classica frase di mia mamma, di quando magari dopo una lite o una punizione mi ripeteva “un giorno capirai, quando sarai genitore poi tornerai alle mie parole” e ahimè, per quanto mi pesi ammetterlo: è proprio così.

La mamma andrebbe celebrata ogni giorno, così come la donna, come il papà, come i nonni, etc etc.
Ma va bene, ci accontenteremo di un giorno all’anno da trascorrere insieme ai nostri cuccioli in modo indimenticabile.
Quindi cari papà, armatevi di fantasia e pazienza, siate originali, e per un giorno concentrate i vostri pensieri su chi vi dorme accanto, su chi prepara la colazione, il pranzo e la cena per tutti, su chi si fa in quattro per tenere la casa pulita ed impeccabile e su chi fa in modo che tutto coincida in maniera perfetta.

Il 12 maggio perciò rendete omaggio alla mamma che avete in casa organizzando magari un bel weekend rilassante o concedetele un pò di sano e terapeutico shopping, oppure perchè no? preparate una bella cenetta romantica o una giornata in spa, regalatele un mazzo di fiori con una bella lettera, una cornice che ritrae la famiglia felice e ringraziatela per quello che fa quotidianamente per voi e per i piccoli abitanti della vostra casa e del vostro cuore.
Sbizzarritevi insomma e non date nulla per scontato, ne sarà orgogliosa!

“La mamma è quella persona che vedendo che i pezzi di torta sono quattro e le persone sono cinque, dice che i dolci non le sono mai piaciuti.”

 

Credit: Photo by prostooleh