È molto importante, sin dalla giovanissima età, avere un’alimentazione corretta ed equilibrata, da seguire poi nel tempo.

È perciò fondamentale integrare tutti i macronutrienti, quali carboidrati, proteine e grassi.
Per attivare il metabolismo e trovare un equilibrio tra fabbisogno e consumo calorico giornaliero bisogna fare almeno 5 pasti: colazione, merenda di metà mattina, pranzo, merenda di metà pomeriggio o spuntino ed infine cena.

Ovviamente i pasti intermedi devono essere degli spuntini, sani e leggeri.
La colazione rappresenta il 15% dell’apporto calorico giornaliero.
Nonostante si tratti di un momento alimentare troppo spesso sottovalutato, è importantissimo invece consumare una ricca ed adeguata prima colazione. L’assenza di questa infatti potrebbe causare problemi ben più gravi, come ipoglicemia o addirittura obesità.

Lo spuntino e la merenda costituiscono circa il 5-10% del fabbisogno calorico giornaliero. Questi sono i momenti migliori per assumere della frutta fresca e di stagione o anche yogurt.

Infine abbiamo il pranzo e la cena, questi (i pasti principali), costituiscono invece il 30-40% dell’apporto calorico giornaliero.

Se a pranzo si consuma un primo piatto asciutto, per cena è importante consumare invece verdure ed un secondo di pesce o carne, viceversa se a pranzo si consuma un secondo ed un contorno di verdure, è importante consumare carboidrati complessi (quali pasta, pane e così via…) per cena (questi ultimi se consumati prima di andare a dormire, aiutano a conciliare il sonno grazie agli zuccheri contenuti al loro interno).

È ovviamente raccomandabile abbinare ad una corretta alimentazione un’attività fisica che occupi almeno 4h a settimana, evitando quindi una vita sedentaria e monotona.

Bisogna assolutamente evitare una scarsa attenzione sulla dieta in età giovanile, perchè è proprio da qui in realtà che nascono i problemi che si protraggono poi per tutta la vita.

Pertanto ogni genitore, ogni nucleo familiare ha il dovere di dare il buon esempio in campo alimentare, favorendo cibi sani e genuini a quelli ipercalorici, grassi e da fast food.

È molto importante l’informazione, ed oggi direi che non abbiamo proprio più scuse.

 

Photo credit:by freepik